Per quanto ti auguro vivamente di fare l’amore-sesso  tutti i giorni, molto più realisticamente credo che il giorno del piacere sia la domenica. Ci si sveglia più tardi, c’è più tempo, non si guarda l’orologio e si crea la situazione giusta per abbandonarsi completamente. Anche con la testa. Poi, che c’entra, pure se è poco può essere buono davvero, quell’unico rapporto. Dai, ragazzi, qui si scherza. Ognuno fa l’amore quando vuole, quanto vuole e non sta a noi sindacare sulla frequenza. Su una cosa siamo tutti d’accordo: è sempre troppo poco. E su un’altra: ci sono cose che tutti sogniamo di fare a letto, ma nessuno fa.

 

Eccone cinque… E voi, le avete solo sognate o le avete anche fatte?sesso

01

 

1)Il gioco del re e della regina. Ovvero uno dei due decide cosa si fa e si fa quello e basta. Difficile che si faccia per una ragione: l’altro non si sottomette del tutto e vuole fare anche ciò che piace a lui. Comunque da provare, quando ci si sente particolarmente buoni. Ah, signore, sappiate che all’uomo fa impazzire anche solo l’idea che siate voi a prendere l’iniziativa…

02

 

2)Usare gadget, o toys, per l’occasione. Siano essi appositamente studiati per i rapporti, o improvvisati (esempio, pescati nel frigo o, in generale, in cucina). Peccato: pare che utilizzando strumenti di piacere, il piacere sia particolarmente indimenticabile.

3)Farlo bendati. Un altro giochino divertente ma che poi, presi dall’eccitazione, si evita sempre. Peccato. Perché, quando uno dei sensi non viene usato, tutti gli altri si potenziano. E l’eccitazione vola alle stelle. Come farlo? Così: uno dei due è bendato e l’altro fa il giochino acqua/fuoco per fargli capire se è lontano o vicine dalle sue zone “sensibili”. Se non trova le parti in questione entro un tempo prestabilito, quello bendato si sottopone a una penitenza. A tema, che te lo dico a fare…

4)Essere esibizionisti. Lo avete mai fatto in piedi in finestra o sul balcone, così che qualcuno vi possa vedere? Probabilmente no. Se avete un balcone, provate. Una finestra la avete di sicuro…

5)Ricominciare subito dopo che avete concluso. Anche se vi sentite iperstimolati, proseguite la stimolazione delicatamente cercando di superare l’iniziale repulsione. Resterete sorpresi di quanto il corpo sembri fatto apposta per farci gioire di piacere.